Aiuta una persona cara

Scopri come fornire supporto a un tuo caro con problemi di udito e come trasmettergli tutti i benefici di una cura sulla qualità della sua vita.

Come aiutare un tuo caro a riconoscere l’ipoacusia

I deficit uditivi costituiscono un disturbo molto comune e diffuso: circa una persona su sei è affetta da sordità, che può manifestarsi con problemi di udito di entità lieve, moderata, severa o profonda.
Con l’avanzare dell’età, in particolare oltre la soglia dei 60-65 anni, questa problematica si acuisce, colpendo una persona su tre.

Accettare di avere una perdita dell’udito può essere difficile e preoccupante: infatti, molto spesso sono i familiari e amici ad accorgersi che il proprio caro ha un abbassamento o una perdita dell’udito, ancora prima della persona direttamente interessata.

La strada da percorrere insieme alla persona affetta da disturbi uditivi è spesso lunga e richiede pazienza e dedizione: anche se i segni della perdita dell’udito possono sembrare evidenti e inconfutabili agli occhi degli altri, molte persone con deficit uditivi non riescono ad accettare e a prendere coscienza di questo disagio.

Per accrescere nella persona cara la consapevolezza della sua perdita dell’udito, l’approccio migliore è non forzare il processo di avvicinamento alla soluzione ma rispettare il più possibile i tempi della persona affetta da calo uditivo, fornendole supporto e comprensione.
Informati sull’argomento, sulle possibili soluzioni, sulle tipologie di apparecchi acustici: in questo modo sarai in grado di trasmettere in modo chiaro ed efficace tutti i benefici di una cura sulla qualità della vita.
Incoraggia il tuo caro a sottoporsi a una prima visita di controllo senza impegno: il primo passo è il più difficile! Una volta fissato il primo appuntamento con il proprio medico sarà possibile pianificare il proprio percorso verso il recupero dell’udito.

Se il controllo confermerà il deficit uditivo, la persona che ne è affetta sarà davanti ad una prova che attesta l’oggettività del problema, spingendolo a intraprendere il percorso verso la migliore soluzione.

Non è dunque cosa semplice aiutare una persona affetta da perdita uditiva, molto spesso il suo problema si riflette sulla famiglia ma ci sono semplici passaggi che possono avvicinarla alla totale presa di coscienza.

Come aiutare una persona affetta da deficit dell’udito

1. Cercare di non urlare ma scandire bene le parole, in modo da mettere la persona a proprio agio. Il gesto di alzare la voce di colpo verrà avvertito come una forma di aggressione che potrebbe infastidire il soggetto in questione.

2. Ridurre il rumore di sottofondo in modo tale che la vostra voce non si mescoli con eventuali rumori di fondo provenienti da TV, radio o altre fonti. In questo modo si eviteranno fraintendimenti.

3. Prima di parlare con una persona che presenta disturbi uditivi, assicurarsi di averne catturato l’attenzione.
Chiamare la persona in questione con il suo nome, la avvertirà del fatto che le stai parlando. Nel caso in cui non dovesse funzionare in questo modo, basterà semplicemente toccarle il braccio o la spalla per creare un contatto.

4. È meglio riformulare invece di ripeterle identiche le frasi laddove la persona non senta. Molto spesso determinati suoni non riescono più ad essere catturati dal suo orecchio, perciò è preferibile ricreare una frase con lo stesso significato per far si che comprenda meglio.

5. A mali estremi, estremi rimedi! Nel caso in cui sia necessario ricordare un indirizzo o un numero di telefono, è bene annotare tutte le informazioni su un foglio di carta, in modo tale che venga scritto correttamente.

Quali sono gli atteggiamenti da evitare con chi ha problemi di udito

1. Non mettere la mano davanti alla bocca durante un dialogo con una persona che ha perdita uditiva. Lasciare la bocca libera, permetterà al tuo interlocutore di leggere il labiale, comprendendo meglio il discorso.

2. Evitare di parlare da un’altra stanza. Cercare sempre di essere vicino alla persona con questo disturbo, in modo tale da facilitarne la comprensione.

3. Evitare frasi lunghe pronunciate velocemente. Scandire bene le parole è un modo per aumentare la comprensione del tuo interlocutore affetto dal problema.

4. Evitare di sovrapporti mentre un’altra persona le sta parlando. È un po’ come la questione della TV o della radio. Si corre il rischio di mischiare le voci e di conseguenza non rendere chiari i discorsi alla persona con problemi di udito.

Convivere con i disturbi dell’udito non è più, al giorno d’oggi, un problema insormontabile: grazie alle moderne tecnologie è possibile vivere una vita piena e attiva.
Prima il tuo caro accetterà il problema e migliori e più immediati saranno i risultati che potrà ottenere!

Vuoi aiutare un tuo caro con problemi d’udito?
Ci siamo anche noi al tuo fianco! Lasciaci un recapito e saremo noi a ricontattarti per concordare un appuntamento senza impegno nel centro acustico più vicino dove il tuo caro riceverà una consulenza uditiva gratuita e troverà insieme a specialisti qualificati la soluzione acustica migliore.

Con InfoUdito puoi affrontare con serenità i problemi d’udito, i tuoi e quelli dei tuoi cari.

PRENOTA SUBITO LA VISITA GRATUITA