Cosa sono gli apparecchi acustici retroauricolari

Gli apparecchi acustici retroauricolari, conosciuti anche col nome di protesi acustiche BTE (Behind-The-Ear), sono ad oggi i modelli più utilizzati dai pazienti che soffrono di un deficit uditivo grave e che hanno un condotto uditivo stretto. Grazie a questi dispositivi, infatti, la persona interessata da calo uditivo può godere del ripristino completo, o perlomeno di un significativo miglioramento, della sua percezione uditiva.
Le dimensioni degli apparecchi retroauricolari, e la loro discrezione, li rendono i dispositivi che circa il 90% dei pazienti con perdita dell’udito sceglie: tali apparecchi, infatti, sono particolarmente apprezzati perché possono essere facilmente celati dietro l’acconciatura, oppure risultano talmente piccoli (il più piccolo ha le dimensioni della punta di un dito) da essere appena percepibili dall’esterno.
Chi si accorge di aver un problema di perdita d’udito vorrebbe indossare un apparecchio invisibile allo sguardo altrui, ma ciò non sempre è possibile. Se, infatti, i modelli tecnologicamente più avanzati possono risolvere anche le perdite uditive più gravi, le loro dimensioni aumentano in rapporto alla qualità e alla capacità delle funzioni di cui un paziente ha bisogno. Ciò significa che chi è affetto da sordità grave non può indossare un micro apparecchio retroauricolare, il quale possiede una capacità di amplificazione minore rispetto ai modelli più grandi.

I modelli di protesi acustiche BTE

In commercio esistono due varianti degli apparecchi acustici retroauricolari: con ricevitore esterno oppure con tubicino.
Gli apparecchi con ricevitore esterno sono indicati per coloro che posseggono una perdita uditiva di tipo medio-basso. Il comfort offerto da questo genere di dispositivi è molto alto, soprattutto in virtù della sua applicazione semplice e veloce. Esso è costituito da un cavo molto sottile il quale trasmette al ricevitore il segnale acustico: quest’ultimo risulta posizionato subito prima del timpano. Il condotto uditivo resta, grazie a questo apparecchio, sempre ventilato, per l’assenza della chiocciola.
Se la perdita dell’udito è più grave allora si preferisce le protesi acustiche BTE con tubicino. L’auricolare di questo genere di apparecchi è più grande: la ragione sta nel fatto che sia la batteria che l’amplificatore sono di dimensioni maggiori.

I vantaggi degli apparecchi acustici BTE

Fra i vantaggi di questo genere di protesi acustiche vi è certamente l’estetica e le dimensioni: essi possono scomparire dietro i capelli e sono talmente leggeri da non creare alcun problema al paziente che li indossa. L’ampio ventaglio di colori disponibili, inoltre, consente a tutti gli individui di portali. Questi dispositivi possono risolvere o migliorare ogni tipologia di perdita dell’udito.
Uno dei benefici offerti da questo genere di apparecchio è la modalità di applicazione, molto semplice.
Anche la funzionalità è estremamente intuitiva: per regolare l’apparecchio basta interagire con il pulsante posizionato dietro il padiglione auricolare.
A differenza delle protesi ITE le voci sono ascoltate nelle loro tonalità naturali.

Gli svantaggi degli apparecchi acustici retroauricolari

Uno dei pochi svantaggi di questo genere di apparecchio consiste nella struttura posta dietro l’orecchio: essa a volte è visibile dietro il padiglione auricolare, mostrandosi agli interlocutori, a differenza degli apparecchi endoauricolari che hanno gli auricolari nel condotto uditivo.

Chi può indossare gli apparecchi acustici retroauricolari

La maggior parte dei pazienti affetti da una perdita uditiva di tipo medio basso opta per una protesi BTE, mentre coloro che sono colpiti da una sordità grave si rivolgono ai modelli ITE, progettati appositamente per risolvere tale problematica. I modelli BTE sono scelti anche da coloro i quali posseggono un padiglione auricolare troppo piccolo.
Di norma un paziente ha molta possibilità di scelta fra i diversi modelli di apparecchi acustici retroauricolari, i quali sono disponibili per svariati livelli di sordità o acufene.

Desideri una consulenza uditiva personalizzata e sei alla ricerca di una soluzione acustica per tornare a sentire bene?

InfoUdito ti aiuta a pianificare in serenità il percorso verso il recupero dell’udito: lasciaci un recapito, i nostri operatori ti richiameranno al più presto per fissare un appuntamento gratuito nel centro specializzato più vicino a te.

PRENOTA SUBITO LA VISITA GRATUITA