Come funziona l’apparecchio cocleare?

Un impianto cocleare è un “orecchio bionico“, cioè un dispositivo elettronico che permette alle persone affette da sordità profonda o ipoacusia grave di ricominciare a sentire come prima. L’impianto cocleare si sostituisce a tutti gli effetti alla coclea, una parte dell’orecchio interno che in seguito a traumi, infezioni o semplicemente all’età non è più funzionante, inviando direttamente al nervo acustico i suoni e i rumori ambientali. Nati negli anni ’70, gli impianti cocleari vengono oggi impiantati a un gran numero di pazienti in tutto il mondo.

L’impianto cocleare è costituito da due componenti, una esterna e una interna. La componente esterna comprende un elaboratore di suoni, collegato ad un ricevitore o microfono, e un’antenna trasmittente. È questa la parte che ha la funzione di vera coclea artificiale, perché trasforma i suoni in segnali elettrici. La componente interna, posizionata sottocute a livello dell’osso temporale grazie a un intervento chirurgico, è invece formata da un ricevitore e da un numero variabile di elettrodi. È la parte dell’impianto deputata alla trasmissione degli impulsi provenienti dall’elaboratore al nervo acustico e, essendo di piccole dimensioni, può essere impiantata anche in bambini molto piccoli. Le due componenti dell’apparecchio sono collegate tramite calamita: è infatti possibile rimuovere facilmente la parte esterna dell’impianto quando si vuole dormire o entrare in contatto con l’acqua.

Differenze tra impianto cocleare e apparecchio acustico

A differenza dell’impianto cocleare, l’apparecchio acustico non presenta una componente sottocutanea. Lo scopo di un apparecchio acustico, infatti, è quello di amplificare i suoni stimolando le strutture nervose dell’orecchio interno ancora funzionanti, mentre se queste sono danneggiate è necessario ricorrere all’impianto cocleare.

Chi può utilizzare un impianto cocleare?

L’impianto cocleare viene consigliato agli adulti con ipoacusia neurosensoriale bilaterale profonda, che non traggono beneficio dai normali apparecchi acustici e che hanno perso l’udito da non più di dieci anni, a patto che il nervo acustico non sia troppo danneggiato. L’orecchio bionico può essere impiantato anche in bambini affetti da sordità congenita, a partire dagli 8 mesi di vita.

Esiste un impianto cocleare invisibile?

Le dimensioni della componente esterna dell’impianto cocleare lo rendono un dispositivo discreto, ma non ancora invisibile. Sono infatti ancora in atto le sperimentazioni necessarie per creare un orecchio bionico sottocutaneo, invisibile e in grado di ricaricarsi autonomamente: un’innovazione tecnologica destinata a migliorare sensibilmente la qualità della vita dei pazienti sordi o con ipoacusia grave.

Qual è il costo dell’impianto cocleare?

Il costo di un impianto cocleare è di circa 20.000 euro, che in Italia viene pagato interamente dal Sistema Sanitario Nazionale, come anche le spese ospedaliere per la degenza e la sala operatoria.

Rischi e benefici

I rischi legati all’utilizzo degli impianti cocleari sono per lo più complicanze post-operatorie. In seguito all’intervento, la zona dell’orecchio può risultare indolenzita o intorpidita e possono presentarsi delle temporanee alterazioni dell’equilibrio e del gusto. Una piccola percentuale di bambini a cui è stato impiantato l’orecchio bionico ha presentato complicanze dovute allo spostamento o all’errato inserimento degli elettrodi. Bisogna inoltre prestare particolare attenzione alla zona operata per evitare l’insorgere di infezioni.
D’altra parte, tutti gli studi condotti sull’impianto cocleare hanno evidenziato che la totalità dei pazienti ha tratto benefici dal dispositivo, anche immediati. La maggior parte degli adulti impiantati torna a guardare la TV, a parlare al telefono e ad ascoltare musica. I bambini nati sordi, con il sostegno di un logopedista, imparano ad adattarsi agli stimoli sonori e a sviluppare le proprie capacità uditive e verbali.

Desideri una consulenza uditiva personalizzata e sei alla ricerca di una soluzione acustica per tornare a sentire bene?

InfoUdito ti aiuta a pianificare in serenità il percorso verso il recupero dell’udito: lasciaci un recapito, i nostri operatori ti richiameranno al più presto per fissare un appuntamento gratuito nel centro specializzato più vicino a te.

PRENOTA SUBITO LA VISITA GRATUITA