Otalgia: definizione ed eziologia

Con il termine otalgia si descrivono, in generale, tutte le manifestazioni dolorose dell’orecchio esterno o medio di ogni genere e intensità.
Si tratta, in sostanza, del classico mal d’orecchio che può insorgere in caso di traumi, infezioni o infiammazioni croniche a carico dell’apparato uditivo.

Quali sono i sintomi

L’otalgia è essa stessa un sintomo che si manifesta come un dolore alle orecchie di varia intensità, a volte accompagnato da lievi perdite dell’udito (ipoacusia), acufeni, vertigini e altri disturbi sensoriali.
Trattandosi di una manifestazione piuttosto eterogenea e di non facile interpretazione, è quindi opportuno rivolgersi subito al proprio medico non appena si presentano i primi sintomi dell’otalgia.

Quali sono le cause

Le cause del dolore alle orecchie sono molteplici e correlate a un ampio ventaglio di patologie e disturbi che possono interessare sia l’apparato uditivo che altri organi. In primo piano, ovviamente, vi sono le infezioni virali o batteriche che possono dar luogo a malattie come l’otite media, la parotite e l’infiammazione del nervo acustico.
Non meno frequente è il mal d’orecchio provocato dai tappi di cerume che si accumulano nel canale uditivo esterno, mentre più complesse e fortunatamente più rare sono le cause dell’otalgia riflessa. Quest’ultima, infatti, ha quasi sempre una patogenesi infiammatoria che ha origine in altri distretti del corpo, spesso adiacenti alla zona auricolare.
L’otalgia riflessa, pertanto, è associata ai disturbi della masticazione, dell’articolazione temporo-mandibolare, della cavità orale o dei seni nasali e si manifesta come un dolore persistente o pulsante che s’irradia dal punto di origine fino alle orecchie.
Un trauma contusivo o una lesione all’orecchio esterno provocano un indolenzimento temporaneo che si risolve nel giro di poche ore o pochi giorni, mentre più complicato è il decorso dell’otite barotraumatica e delle lesioni timpaniche.
In ultima analisi, occorre ricordare che fra le cause dell’otalgia meno frequenti vi possono essere anche alcuni tumori cerebrali come il neurinoma del nervo acustico e le neoplasie cutanee del canale uditivo o del tessuto orofaringeo.

Otalgia e rimedi contro il dolore

Per combattere efficacemente l’otalgia occorre innanzitutto risalire alle cause scatenanti e curare le patologie da cui essa ha origine.
È dunque importante effettuare un consulto medico-specialistico non appena si manifestano i primi sintomi dell’otalgia, in modo da ottenere una diagnosi rapida e possibilmente corretta. Nei casi più comuni, quando l’otalgia è provocata da infezioni batteriche, è sufficiente effettuare una terapia a base di antibiotici e antinfiammatori topici o sistemici.
L’otalgia da tappo di cerume può essere invece sconfitta in modo naturale eseguendo dei lavaggi auricolari con apposite gocce lubrificanti a base di oli essenziali ed estratti vegetali dalle proprietà emollienti e lenitive.
Nel caso delle nevralgie dei nervi cranico-facciali è invece necessario ricorrere alla somministrazione di corticosteroidi e sostanze antinfiammatorie naturali, come ad esempio la L-Acetilcarnitina.

Il ruolo degli apparecchi acustici nell’otalgia

Quando la causa del dolore alle orecchie si trova invece nel canale uditivo e ha origini funzionali, occorre studiare delle soluzioni alternative e, soprattutto, definitive. I soggetti che soffrono di ronzii, fischi nell’orecchio e acufeni cronici possono infatti beneficiare dell’installazione di un apparecchio acustico che riproduca suoni naturali a banda larga e ad azione rilassante.
I pazienti che presentano una perdita di udito temporanea o irreversibile a causa di eventi traumatici o patologie croniche, possono risolvere i propri problemi con la semplice applicazione di una protesi auricolare.
Coloro che invece sono affetti da disordini dell’articolazione temporo-mandibolare, necessitano di un approccio specialistico mirato che può basarsi sull’utilizzo di un bite e sulla terapia infiltrativa con acido ialuronico.

Acufene, ipoacusia, deficit uditivi: conoscere i disturbi d’ascolto e accompagnarti verso il recupero dell’udito è la nostra missione.

Lasciaci un recapito e ti metteremo in contatto con il centro acustico specializzato più vicino per fissare un appuntamento senza impegno.

CONTATTACI PER PRENOTARE LA VISITA GRATUITA