Alla base della sordità di tipo trasmissivo nei bambini vi è solitamente l’otite media. Si tratta di un’infezione dell’orecchio medio, causata da diversi generi di infezioni. È talmente tanto diffusa che più dell’85% dei bambini soffre di almeno un’infezione alle orecchie nei suoi primi anni di vita.
Solitamente l’otite nei bambini ha diverse cause. Se non curata correttamente essa ha conseguenze più o meno gravi sull’udito.

Quando si parla di orecchio medio ci si riferisce a una piccola cavità piena d’aria la quale separa l’orecchio esterno dal timpano mediante una sottile membrana. Il timpano, a sua volta, è collegato a tre piccoli ossicini, il martello, la staffa e l’incudine.
L’otite si verifica quando alcuni germi, come lo streptococco Pnemoniae, oppure la Moraxella catarrhalische o ancora l’Haemophilus Influenza, raggiungono l’orecchio medio, accedendovi dal naso, dalla gola oppure dalla tuba di Eustachio.

Otite nei bambini cause

Fra le cause dell’otite media vi è l’infiammazione che si verifica nell’orecchio medio ma trova origine da un raffreddore o da un’infezione alla gola. Fra le cause vi potrebbe essere anche l’ingrossamento delle adenoidi che a sua volta può trovare origine in un’allergia.
Quando penetrano all’interno dell’orecchio medio, i germi, producono delle secrezioni o del pus. Esse non potendo essere correttamente drenate dalle tube di Eustachio, che a loro volta sono infiammate, cominciano a premere sulla membrana del timpano, e ciò provoca il dolore avvertito all’orecchio. Non è detto che entrambe le orecchie sono affette da otite: potrebbe accadere che solo un orecchio ne sia colpito.

Entro i tre anni di vita almeno i 3 quarti di tutti i bimbi hanno presentato almeno un episodio di otite media. La metà dei bambini entro i tre anni di vita ha sofferto di otite media almeno tre volte nella vita. La frequenza degli episodi di otite media nei bambini si spiega col fatto che le tube di Eustachio, più corte ed orizzontali rispetto a quelle degli adulti, rende più semplice la loro ostruzione e più difficile il loro successivo drenaggio. È questa la ragione per cui è frequente la comparsa di questa infezione.
Esistono due tipi di otite: l’otite media acuta e l’otite media sieromucosa.

Otite media acuta o otite media sierosa: sintomi

L’otite media acuta presenta sintomi inequivocabili, quali un forte dolore alle orecchie, l’innalzamento della temperatura corporea, una piccola perdita d’udito e l’irrequietezza. L’otite media acuta può essere guarita con antibiotici, ma in alcuni casi, l’infezione si risolve spontaneamente.
Se mal curata o non curata prontamente l’otite media acuta può anche procurare la perforazione del timpano: in questi casi il sintomo più evidente è la fuoriuscita del pus dall’orecchio. In casi ancora più gravi l’infezione può produrre danni sia all’orecchio medio che all’orecchio interno.

Otite media sieromucosa: sintomi

L’otite media sieromucosa spesso è il risultato di un’otite media acuta mal curata. Quando nell’orecchio medio, infatti, permangono liquidi, i quali a loro volta impediscono le corrette vibrazioni del timpano e degli ossicini si è dinanzi ad un’otite media sieromucosa.
L’otite media sieromucosa può condurre a forme di sordità lievi o moderate. Se presente, questa forma di sordità può anche impedire il corretto sviluppo del linguaggio nei bambini.

Come curare l’otite media

Il mal d’orecchie nei bambini può essere curato, come abbiamo visto, mediante l’assunzione di antibiotici.
In alcuni casi, se l’infezione è di tipo lieve, guarisce da sola. In altre evenienze, l’infezione persiste e non viene debellata con terapie di tipo convenzionale. Se ci si trova dinanzi a questa tipologia di otite media e se contestualmente è presente una forma di ipoacusia è possibile intervenire inserendo dei tubicini per la ventilazione timpanica: in questo modo si possono drenare i liquidi bloccati nell’orecchio medio.
Mediante l’applicazione di una ventilazione timpanica si riesce a impedire il formarsi di qualsiasi forma di pressione nel timpano ed eventualmente anche ripristinare i corretti livelli dell’udito. La ventilazione timpanica, inoltre, è in grado di alleviare il mal d’orecchie immediatamente e ridurre la frequenza di questo genere di infezioni, oltre che prevenire l’insorgere di complicazioni più gravi.

Soluzioni uditive facili da usare, sicure e dalle elevate performance: la tecnologia è al tuo fianco per rispondere alle esigenze d’ascolto in continua evoluzione del tuo bambino.

Affidati al tuo pediatra di fiducia e ai professionisti del settore: su InfoUdito trovi tutte le informazioni utili per affrontare tempestivamente il calo uditivo del tuo piccolo.

SCOPRI DI PIÙ